000 16 Flyer A5 NOTTE 2016 v2

La Notte Europea dei Ricercatori, il più grande evento europeo dedicato alla ricerca scientifica e tecnologica. L’appuntamento torinese con l’undicesima edizione è in piazza Castello, in via Roma e nel cortile del Rettorato dell’Università di Torino a partire dalle 17.

Il 30 settembre 2016, Torino –

Apertura ufficiale in piazza Castello alle ore 17 e a seguire la XX Rowing Regatta

Il Piemonte è tra le poche regioni italiane a vantare la partecipazione a tutte e dieci le edizioni della Notte Europea dei Ricercatori, l’evento promosso e co-finanziato dalla Commissione Europea all’interno del Programma Quadro per la Ricerca e l’innovazione Horizon2020, e anche quest’anno ha superato la selezione europea insieme alla Valle d’Aosta con il progetto biennale CLoSER – Cementing Links between Science&society toward Engagement and Responsibility.

 

Torino con Alessandria, Asti, Biella, Cuneo, Verbania e Aosta sono pronte a ospitare migliaia di ricercatori e cittadini di tutte le età per coltivare insieme la ricerca, come patrimonio di tutti e per tutti. CLoSER abbraccia i valori promossi dalla Responsible Research and Innovation (RRI), la più potente “questione” trasversale in Horizon2020: la RRI è un nuovo paradigma che vuole incoraggiare ricercatori, istituzioni, imprese e cittadini a progettare insieme un futuro sostenibile.

 

Per questa ragione la Notte Europea dei Ricercatori in Piemonte e Valle d’Aosta coinvolge università, centri di ricerca e imprese che intendono rafforzare l’alleanza tra la comunità e il mondo della ricerca e dell’innovazione. L’entusiasmo con cui viene accolta l’iniziativa è attestato dal numero di presenze che cresce di anno in anno.

Il 30 settembre solo a Torino saranno 1000 ricercatori, dottorandi e studenti a raccontare la ricerca universitaria e non solo con 120 attività non stop tra giochi, spettacoli, mostre, esperimenti e test di prototipi adatti a tutti.

 

La manifestazione sarà ufficialmente aperta in piazza Castello alle ore 17 con i saluti dei rappresentanti delle istituzioni coinvolte. All’inaugurazione parteciperanno anche i canottieri dell’Università e del Politecnico di Torino per l’avvio della XX Rowing Regatta, la storica sfida a colpi di remo promossa dal CUS Torino: dopo la tradizionale benedizione delle barche, si procederà con un percorso guidato tra gli stand in piazza per giungere al cortile del Rettorato in via Po 17. La gara vera e propria inizierà alle 21 lungo i Murazzi del Po.

 

Bambini e ragazzi potranno giocare con la ricerca già dal mattino grazie alle attività speciali per le scuole al Xké? Il laboratorio della curiosità e con lo spettacolo di Maurizio Bertolini Chi ha paura della matematica? presso l’Aula Magna della Cavallerizza Reale. Dalle 16:30 fino a mezzanotte li aspettano in piazza i consueti appuntamenti con il Rally della Scienza e lo storico Tram con gli esperimenti itineranti e poi, novità di quest’anno, Coderdojo, il laboratorio di programmazione allestito in Rettorato.

 

Per il pubblico di tutte le età, oltre alle attività non stop all’aperto, da non perdere la conferenza Camminare su un capello umano, a cura dell’INRiM, e gli spettacoli serali in Rettorato: Serata futurista, Un ebook per Primo Levi, Raccontare e ascoltar d’amore e lo speciale Grande varietà della ricerca con il Teatro della Caduta.

 

Tornano infine le aperture straordinarie dei Musei: al Museo di Anatomia Umana, Museo Lombroso e al Museo della Frutta si aggiungono l’Archivio Storico e la Biblioteca Storica di Ateneo “Arturo Graf” e il Museo Egizio, che per la prima volta partecipa alla Notte Europea dei Ricercatori con ingresso ridotto al costo di € 3,00. Per l’occasione uno speciale allestimento dedicato alla ricerca svelerà “le quinte” della vita del Museo Egizio.

 

CLoSER è un progetto europeo promosso e co-finanziato dalla Commissione Europea all’interno del Programma Quadro per la Ricerca e l’innovazione Horizon2020, selezionato per realizzare la Notte Europea dei Ricercatori in Piemonte e Valle d’Aosta. Organizzato da Università degli Studi di Torino, Politecnico di Torino, Università del Piemonte Orientale, Università degli Studi di Scienze Gastronomiche, Associazione CentroScienza Onlus e Creativa-impresa di comunicazione. Il progetto è coordinato da Agorà Scienza e si svolge nell’ambito del Sistema Scienza Piemonte. L’iniziativa è realizzata con il sostegno di Compagnia di San Paolo e con il contributo di Fondazione CRT e Camera di Commercio di Cuneo.

Advertisements