testata_sito_italia-thumbnail

 

Le proposte di Slow Food a Expo 2015 nella settimana dal 13 al 19 luglio 2015 –

  • Lunedì 13 – Una mela salvata tra i vigneti californiani
    Ore 16.30: La storia di come un ramo di Slow Food in California ha lavorato con i produttori e le imprese per far rinascere e proteggere la coltivazione della mela Gravenstein, Presidio Slow Food, nell’area occidentale della contea di Sonoma. La mela, originaria della Russia, molto apprezzata fino agli anni Settanta, venne abbandonata in seguito in favore dei più redditizi vigneti di Pinot Noir e Chardonnay. A rischio di estinzione dalla fine degli anni Novanta, dopo dodici anni di intenso lavoro sta ora riguadagnando la sua antica fama. Interviene Michael Dimock, presidente di Roots of Change
  • Martedì 14 – Slow Cheese – Presentazione dei formaggi della settimana
    Ore 14: Mozzarella di bufala campana, caciocavallo palermitano, sbrinz, caciofiore della campagna romana. Slow Cheese a Expo, Francesco Nota, porta i visitatori alla scoperta di questi formaggi. Segue una degustazione.
  • Venerdì 17 – Sweet & Slow in quota: biodiversità, passione e qualità sui terrazzamenti della Valle del Lys
    Ore 15: Paysage à Manger è una giovane azienda agricola situata nel territorio aspro e montuoso della valle del Lys, in Val d’Aosta. L’azienda, gestita da quattro amici, punta a una produzione agricola di altissima qualità, in un’ottica di sostenibilità ambientale e di rispetto e valorizzazione del paesaggio montano. I protagonisti di questa realtà raccontano la loro esperienza di coltivatori in alta quota.
    Racconti di birra
    Ore 16.30: Dalla produzione al bicchiere, un itinerario alla scoperta della birra, degli ingredienti e dei segreti che la rendono un prodotto unico. A guidarci in questo percorso sono Flavio Boero, responsabile qualità di Carlsberg Italia e Eleonora Martinelli, degustatrice dello storico birrificio Poretti.
    Segue una degustazione.
  • Sabato 18 – Kulmbacher Brauerei: sostenibilità e territorio
    Ore 16.30: Dalla “città della birra” di Kulmbach, nel cuore della Baviera, l’azienda Kulmbacher ci rivela la storia e i segreti di una birra di qualità dalla grande tradizione. I ritrovamenti di anfore risalenti a oltre tremila anni fa testimoniano il legame che esiste fin da tempi remoti tra gli abitanti di questa zona e la bevanda bionda. Nel 1846 tre mastri birrai si unirono ufficialmente in una società di produzione: nasce così la Kulmbacher Reichelbräu, attiva ancora oggi nella preparazione di una birra senza additivi e conservanti.
    Il Pianeta che ci ospita di Ermanno Olmi
    Ore 20: Il Pianeta che ci ospita è il titolo del film di Ermanno Olmi dedicato a Expo 2015 – Nutrire il Pianeta.? «Lo scopo di questo evento universale – spiega il regista – è innanzitutto l’impegno dei popoli ricchi nel garantire cibo, acqua e dignità a ogni essere umano, secondo un principio di giustizia che regola la convivenza fra le genti della Terra ».
  • Domenica 19 – La pescheria Gallina e la pesca sostenibile
    Ore 15: Un viaggio tra i mari del Mediterraneo e le molteplicità di pesci che lo popolano, per individuarne le specie maggiormente sostenibili.
    Ci conduce in questo itinerario Beppe Gallina, il più noto dispensatore di consigli e di storie sul pesce di Torino, gestore del più bel banco ittico del mercato di Porta Palazzo!

    www.slowfood.it

Advertisements