Dal 4 maggio al 27 luglio 2013, Venaria Reale (Torino) –

Il Bello da Sentire è il frutto della collaborazione tra i Musei Vaticani, La Venaria Reale e il Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino. Le prestigiose istituzioni hanno collaborato per realizzare una rassegna che fa dell’eccellenza nell’Arte il proprio segno distintivo. I Musei Vaticani e La Venaria Reale garantiranno uno scenario unico al mondo, grazie alle loro sale ricche di arte e storia. Il Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino completerà il quadro con l’esecuzione di un ricco e variegato programma di concerti.

Il Bello da Sentire offre ai visitatori una serie di appuntamenti imperdibili per godere dell’Arte con l’Arte e di trasformare glistudenti del Conservatorio, in protagonisti assoluti di queste esperienze straordinarie. Il Bello da Sentire si muove nella convinzione che i Musei, la Reggia, non sono solo collezioni, architettura, storia e culto di un passato di cui essere orgogliosi, ma sono il luogo d’incontro ideale per le nuove generazioni, di colti appassionati, di curiosi visitatori, di giovani attenti e di famiglie che trasformano l’amore per l’Arte, una passione da condividere.

Giovani musicisti eseguono grandi maestri: da Bach a Beethoven, da Schubert a Brahms, da Gershwin a Morricone, concerti di musica barocca, classica e moderna eseguiti da giovani artisti, in un unico ricco programma.

CLARINETTO E PIANOFORTE

4 maggio 2013, ore 17, Sala della Musica, Reggia di Venaria Reale.

Concerto degli studenti del Conservatorio “G. Verdi” Torino

  • Johannes Brahms (1833-1897) Sonata per clarinetto e pianoforte op.120 n. 2 Allegro amabile – Allegro appassionato – Trio/Sostenuto – Andante con moto – Tema con variazioni – Allegro
  • Gabriel Fauré (1845-1924) Quatre Mélodies pour Clarinette et Piano Les Berceaux – Sylvie – Au bord de l’eau – Toujours
  • Carl Maria von Weber (1786-1826) Gran Duo concertante op. 48 Allegro con fuoco – Andante con moto

Fabio Freisa – clarinetto, Alberto Marchisio – pianoforte.

Scuola di Clarinetto: Vittorio Muò

Informazioni dettagliate: www.lavenaria.it

Advertisements